“150 anni di Pinot Nero”

“Da sempre sento il fascino del Pinot Nero, una varietà che si caratterizza nel bicchiere per essere elegante ed enigmatica. Per questo, come i miei predecessori, ho puntato tutto su di lui… certa che qui, a Rocca de Giorgi, sui … Continua

“Da sempre sento il fascino del Pinot Nero, una varietà che si caratterizza nel bicchiere per essere elegante ed enigmatica. Per questo, come i miei predecessori, ho puntato tutto su di lui… certa che qui, a Rocca de Giorgi, sui nostri terreni calcarei e argillosi possa dare grandi prove”.

 

Ottavia Giorgi di Vistarino

 

 

La storia enologica dell’azienda inizia però a metà del 1800 con Augusto Giorgi di Vistarino, che in quegli anni avviò in Oltrepò la coltivazione del Pinot Nero, importando direttamente dalla Borgogna le prime barbatelle di questo vitigno che lo aveva tanto affascinato.

 

Il Conte capì che la varietà di cui si era appassionato in Francia avrebbe trovato nelle sue terre lombarde – così simili nel clima alla terra dove aveva imparato ad apprezzare il Pinot Nero – un habitat perfetto; si mise quindi all’ opera iniziando a piantare i primi ettari e a sperimentare le pratiche enologiche che aveva conosciuto oltralpe. Fu così che presero forma i primi spumanti Metodo Classico (con i quali ottenne riconoscimenti a Londra e Parigi) e così è iniziata la tradizione e la passione di Conte Vistarino per il Pinot Nero che, nel tempo, si è andato affermando anche in tutto il territorio circostante.

 

 

Proprio nel 1865 venne prodotto dal Conte Vistarino  il primo Spumante Secco, e per ricordarlo quella data è diventata oggi il nome dello spumante di punta dell’azienda.